Valigie

A me le valigie sono sempre piaciute, anche come oggetto simbolico.
Fare entrare tutto nella valigia è sempre un esercizio d’essenzialità e una prova di sintesi.

Per fare bene una valigia bisogna sapere prevedere il futuro, almeno in parte.
E sapere cosa è necessario, che detto così sembra facile, ma invece può essere il compito di una vita.

Mi piacciono le valigie-zaino, le trovo pratiche, con le rotelle e i manici.

Quando si parte soli si devono privilegiare bagagli piccoli e gli zaini alle borse, infatti è importante avere entrambe le mani libere.
Pensare all’evenienza di dover andare al bagno e non poter lasciare la valigia incostudita.

Io sto partendo per la Bolivia e porterò:

– 2 jeans
– una giacca a vento
– 2 maglioni
– 4 maglie di cotone
– calzini caldi
– canottiera
– vestiti chiari per il clima equatoriale di Santa Cruz
– un costume
– scarpe comode
– scarpe femminili
– asciugamani

e poi:

– la guida del paese
– il computer
– la macchina fotografica
– la telecamera
– medicine
– occhiali da sole
– protezione solare
– burro cacao
– storia a fumetti della vita di Tina Modotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: